TifoGrifo.com: Web Radio Tv Perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

Sir Safety a raffica. Terza vittoria consecutiva in Superlega

Scritto da il 09/11/2014

5ª Giornata 70º Campionato Serie A1 SuperLega UnipolSai 2014/15. PalaEvangelisti Perugia, 26.10.2014

(ASI) PERUGIA – Altra domenica felice in casa Sir Safety Perugia che chiude la settimana con due vittorie. Dopo il successo in Champions, anche in Super Lega i Block Devils continuano la striscia di vittorie aggiungendo quella contro la Calzedonia Verona per 3–1. Una partita tutt’altro che facile per i ragazzi di Grbic che si sono trovati di fronte un avversario ben compattato in campo da coach Giani, che ha saputo mettere in difficoltà la ricezione di Perugia (4 ace) ma sopratutto ha mostrato un parterre di attaccanti di primo livello, su tutti Deroo e Sander, talento statunitense, con un bottino da 27 in due. A questi numeri la Sir ha saputo rispondere, anche se a tratti non è stata brillantissima, con determinazione e trovando la giusta grinta per uscire dalle situazioni difficili. Migliore in campo Luciano De Cecco, 6 punti personali, autore di una prova matura che dimostra quanto stia crescendo anche la sua confidenza con gli schiacciatori. Cresce la ricezione della Sir Safety (46%) con il contributo in particolare di Maruotti (49%) e Fanuli che consolida la sua presenza in seconda linea.

Free Ghoncheh. Oltre alla partita, è dovere raccontare quanto successo prima dell’inizio della gara. Entrambe le squadre, così come hanno fatto tutte le formazioni della Superlega e Serie A2, sono scese in campo con degli striscioni con su scritto il messaggio “Free Ghoncheh”, dedicati alla giovane ragazza di origine iraniana tutt’ora detenuta per aver tentato di entrare alla partita di World League fra Iran e Italia la scorsa estate, contravvenendo alle norme del regime di Teheran che impediscono alle donne di assistere ad eventi sportivi pubblici insieme agli uomini. Il volley è un diritto, qui e in tutto il mondo.

CRONACA

I SET: Grbic e Giani schierano in campo le migliori formazioni a disposizione. Il tecnico della Sir si affida alla squadre che appena tre giorni fa ha vinto in Champions con: De Cecco al palleggio in diagonale con Atanasijevic, Buti e Beretta al centro, Maruotti e Fromm in banda e Fanuli libero. Verona risponde con la diagonale Coscione-Gasparini, Zingel e Anzani al centro, schiacciatori Deroo e Sander, libero Pesaresi.

Inizio palpitante per Perugia e Verona, entrambe tengono altissimo il muro sugli attaccanti di prima linea, le coperture sono efficaci e gli scambi durano molto, sul 3–2 chiude Taylor Sander, statunitense di Verona, in pipe. Si va avanti punto a punto con Atanasijevic e Sander in mostra sugli altri, ma ci sono anche Deroo e Fromm che si fanno sentire sotto rete (10–10). Nessuna delle sue squadre riesce nella fuga, si procede con cambio palla sistematici, molto bene Fromm che da posto quattro sventaglia bene sopra le mani del muro (15–15), idem dicasi per Maruotti, poi arriva l’errore di Sander in attacco e la Sir torna avanti (20–19) ma è ancora Maruotti ad indovinare un diagonale vincente che vale il +2 per la Sir (21–19). Atanasijevic porta la Sir la primo set point (24–21), ma lo annulla Anzani in primo tempo. Chiude subito dopo Fromm che spizzica le mani del muro e trova impreparato Pesaresi, 25–22.

II SET: Perugia e Verona riprendono da dove avevano lasciato, stesso andamento anche in avvio del secondo parziale, in evidenza il solito Atanasijevic che trova un ace fortunato (2–1), e a fargli compagnia arriva il punto diretto dai nove metri di De Cecco che segna il 7–4. Sul turno di battuta del palleggiatore argentino la Sir vola via (9–4) e mantiene il vantaggio grazie ai colpi di Fromm che ne mette giù due di seguito (12–7). Perugia incrementa il vantaggio su Verona tenendo bene in fase di muro-difesa, ma gli scaligeri rosicchiano punti alla Sir portandosi fino alla parità con un ace di Gasparini (15–15). Da qui la Sir fatica a ritrovare la giusta efficacia nel gioco e subisce invece il ritorno di Verona che infila una serie positiva al servizio e va in vantaggio 17–21. Verona sfrutta il mani fuori del muro per mantenere il vantaggio, e si porta al set point con due lunghezze sugli avversari (22–24). Il gruzzolo accumulato con consente agli scaligeri di stare tranquilli, infatti, subiscono il prepotente ritorno della Sir, questa la telegrafica cronaca: punto di Fromm in attacco, poi sbaglia Zingel in primo tempo, ace di Fromm e muro (con tanto di contestazione) di De Cecco su Deroo. Vince la Sir, 26–24.

III SET: Partenza sprint per Verona che piazza un break di 0–3, e si carica per il muro di Anzani su Atanasijevic (2–4). Perugia rimonta con quattro punti di Maruotti, due attacchi e due muri per il 7–6, per una partita che la Sir sta gestendo con la giusta attenzione. Verona aggancia i Devils ma si trova sempre ad inseguire di un punto (12–11), e con questo ritmo di va avanti: punto e cambio palla, break e contro break, la parola equilibrio è quella più adatta per descrivere il set (17–17). Giani gioca ancora la carta Bellei al servizio e l’attaccante non tradisce il tecnico e gli regala l’ace del +2 (17–19). Verona mantiene il cambio palla e il vantaggio (19–22), mentre nella seconda riga di Perugia entra Vujovic per aiutare in ricezione. L’invasione di Sander sull’attacco di Atanasijevic nega a Verona il primo set point (22–23) ma poi glielo regala Maruotti con un errore al servizio. Chiude Coscione con un ace (22–25).

IV SET: Inizio più deciso della Sir Safety, De Cecco si affida ai centrali Buti e Beretta che rispondono (4–2), e Perugia mantiene alta pressione conducendo con due punti di vantaggio (7–5) su Verona che però mostra tutte le variazioni possibili nel gioco e resta a contatto dei Devils. Nonostante il gioco non splendente, la Sir Safety resta avanti nel conteggio (12–10) e Grbic gioca la carta Rocco Barone al posto di Beretta. Spinta propulsiva in avanti la da l’ace di De Cecco (14–11), e l’entusiasmo ispira anche Buti che attacca molto bene in primo tempo (17–13). Perugia non si ferma più e distacca Verona di quattro e poi cinque punti (21–16) con l’errore in attacco di Gasparini. Verona è più prodiga di regali sul finale di set, sbaglia anche Sander (24–18), non sbaglia invece Buti che in primo tempo chiude set e partita, 25–20.

Video Check I Set: (7–8) Chiama Verona per palla in out. Confermato punto a Perugia (8–8).

Video Check II Set: (12–7) Chiama Verona per palla in out. Confermato punto Perugia (13–7)

Video Check III Set (17–18) Chiama Perugia per verifica in out. Confermato punto Verona (17–19)

Video Check III Set (20–22) Chiama Perugia per palla in out. Confermato punto Verona (20–23)

Video Check III Set (21–23) Chiama Verona per verifica invasione. Confermato punto Perugia (22–23).

Video Check IV Set (15–12) Chiama Verona per verifica in out. Confermato punto Perugia (16–12).

COMMENTI POST PARTITA:

Nella bolgia post gara del Pala Evangelisti, il più entusiasta è il Presidente della Sir Safety Gino Sirci che, stretto al Cavaliere Antonio Marinelli, patron della Banca di Mantignana, afferma: “Dobbiamo continuare a vincere in casa e fuori casa, vincere e convincere come abbiamo fatto stasera perché dobbiamo dimostrare di essere una squadra senza pericoli. Questo è un grande spettacolo”. Dello stesso avviso anche Marinelli, felice del supporto che continua a dare alla squadra: “Io seguo il comandate (Sirci, ndr) mi piace quello che sa fare”.

Fa bene la Sir Safety anche agli occhi del vice allenatore Carmine Fontana, “Dopo le due sconfitte ci siamo detti che dobbiamo sapere riemergere dalle difficoltà, siamo in costruzione e questi risultati sono un’iniezione di fiducia”. “Siamo stati bravi bel cambio palla – continua Fontana -, e in attacco abbiamo fatto bene e siamo stati attenti a non lasciarli andare via quando erano in vantaggio”.
“Era importante portare a casa questa partita – commenta Fabio Fanuli -, e continuiamo lavorare contando con quattro vittorie e ci da la giusta spinta per sistemare ancora alcune cose che ci mancano”. Soddisfatto anche Gabriele Maruotti, “Continua a crescere la nostra consapevolezza ed è questo che dobbiamo continuare a fare per crescere ancora. Siamo stati bravi ad uscire dalle difficoltà che abbiamo avuto nelle prime partite, ma questa volta di modo positivo”.

Il rammarico di Andrea Giani, coach di Verona, è di non essere riuscito a chiudere almeno i primi due set: “Quelli che abbiamo condotto dall’inizio alla fine anche con break importanti e poi quando perdi due set così giocando punto a punto, dispiace”. Non trova difetti alla sua squadra Giani, se non “La tranquillità di chiudere i set nel momenti decisivi. Siamo una squadra giovane e ci sta, ma non puoi regalare soprattutto quando hai fatto bene fino alla fine”. In queste settimana Andrea Giani ha avuto l’onore di essere inserito nella lista delle cento leggende dello sport del Coni, insieme a lui Lorenzo Bernardi che è stato ospite al Pala Evangelisti giovedì scorso. “Di leggende qui c’è anche Nikola Grbic, ed è bello vedere che diversi di quel gruppo lì, hanno iniziato ad allenare ed è bello continuare ad affrontarsi”.

Tabellino

SIR SAFETY CCU-BCC MANTIGNANA PERUGIA – CALZEDONIA VERONA 3–1

(25–22,26–24,22–25, 25–20) 
Durata set: 29’,33’, 27’, 29’ Tot.: 1h 58’

SIR SAFETY CCU-BCC MANTIGNANA PERUGIA: De Cecco 6, Atanasijevic 15, Buti 9, Beretta 6, Fromm 14, Maruotti 17, Fanuli (libero), Sunder, Paolucci, Vujevic, Barone 1 ; NE Giovi (L). All. Gbric, vice all. Fontana.

CALZEDONIA VERONA: Coscione 2, Gasparini 15, Anzani 11, Zingel 8, Deroo 14, Sander 13, Pesaresi (L), White, Bellei 2 NE Gitto, Blasi, Centomo (L), Borgogno. All. Giani, vice all. De Cecco

Arbitri: Sampaolo, Bartolini

LE CIFRE – PERUGIA: 19 b.s., 6 ace, 46% ric. pos., 30% ric. prf., 49% att., 8 muri. VERONA: 18 b.s., 4 ace, 51% ric. pos., 35% ric. prf., 47% att., 9 muri.
Spettatori:

Chiara Scardazza – Agenzia Stampa Italia

Scritto da
il 09/11/2014.
Registrato sotto PALLAVOLO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa