TifoGrifo.com: Web Radio Tv Perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

Perugia stecca la prima dell’anno. Vince Modena 3-1

Scritto da il 03/01/2015

Aleksandar Atanasijevic, attacco

 

(ASI) PERUGIA – Nella prima cronaca del nuovo anno raccontiamo la sconfitta della Sir Safety Perugia contro Modena Volley, con tanto di replica del risultato del girone d’andata, 3-1.

E’ stata una Sir a due fasi, male nel primo set, decisamente meglio nel secondo vinto bene per 25-20, e poi negli altri due parziali, andamento ad alti e bassi che alla fine hanno premiato la miglior tenuta mentale di Modena. Se è mancato qualcosa alla Sir Safety è stato il collante fra i reparti, l’intesa muro-difesa e qualche battuta più aggressiva per ostacolare il gioco frizzante di Brunihno. I gialloblu di Lorenzetti confermano di essere una corazzata, ben assortita fra i reparti con giocatori in grado di fare la differenza nelle fasi calde dei set; ad esempio Matteo Piano con i 3 muri vincenti del quarto set ha nei fatti messo la parola fine alla partita. Migliore in campo Petric, con 24 punti (19 in attacco, 2 muri e tre ace), che non ha subito l’emozione nel palazzetto che l’ha coccolato per tre anni. Solito ‘bomber’ di Perugia Atanasijevic con un ricco bottino di 30 punti.

HA UN MALORE SUGLI SPALTI MA SI SALVA. E’ quello che è successo ad uno spettatore colpito da attacco cardiaco durante il primo set della partita. Immediatamente soccorso dai volontari dell’Associazione Ovus presenti alla Palasport è stato poi subito usato il defibrillatore e allertato il 118; lo spettatore è stato poi trasportato all’Ospedale Santa Maria della Misericordia nel quale ora è ricoverato in condizioni stazionarie come fanno sapere dall’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera.

 

LA CRONACA

I SET: Formazione tipo per Perugia che affronta Modena con De Cecco e Atanasijevic in diagonale, Fromm e Maruotti in banda, Buti e Beretta al centro, libero Andrea Giovi. Modena risponde con tutto il suo parterre di campioni: Brunihno al palleggio opposto a Vettori, Piano e Verhess al centro, Ngapeth e l’ex della partita, Nemanja Petric, in posto quattro, Rossini libero.
L’inizio della partita è palpitante: Buti mura Verhees e il Pala Evangelisti esplode già, poi Modena mette la testa avanti e in mezzo Petric trova un ace (2-4). Il set s’imposta sul cambio palla, agli attacchi di Atanasijevic risponde Vettori, e l’estro di De Cecco e Bruno si alternano, insomma una bella pallavolo, ma ancora nessuna della due stacca l’altra nel punteggio. Sul 12-11 la Sir trova il break (13-11), a metterlo giù è Atanasijevic che letteralmente apre il muro di Modena e chiude l’ennesimo punto. I gialloblu pareggiano (15-15) e poi con una pipe di Ngapeth si riportano in vantaggio ma sono subito ripresi da Perugia e il set si riassetto sul cambio palla continuo.

Sul 18-20 per Modena la partita viene interrotta per consentire agli operatori presenti di soccorrere uno spettatore che ha accusato un malore sugli spalti. Dopo l’intervento del personale medico e il trasferimento dello spettatore all’Ospedale di Perugia, la partita è ripresa dopo che gli arbitri hanno concesso cinque minuti di riscaldamento alle sue squadre.

Perugia non spreca una palla facile e Fromm attacca forte in diagonale (20-20), ma Modena è più brava a fruttare le situazioni di attacco e rimonta fino a portarsi sul +3 (20-23). Con tre set point a disposizione Modena ha il lusso di sprecare il primo – fuori la battuta di Ngapeth -, ma sul cambio palla Petric non perdona e chiude in attacco, 22-25.

 

II SET: Stessi sestetti più uno in campo nel secondo set, unico cambio Sala schierato al posto di Verhees nelle file di Modena. Maruotti è bravo a fintare la pipe (3-2) e negli scambi successivi sono scintille sottorete fra De Cecco e Piano col palleggiatore che sbeffa il muro del centrale di Modena. Occhiatacce di Buti e Atanasijevic contro i tifosi di Modena, il centrale regala un ‘quasi’ ace (10-6) e poi i gialloblu sbagliano due attacchi di fila con Vettori e Petric (12-6). La cavalcata della Sir in questo momento è inarrestabile e Atanasijevic imbecca anche l’ace che vale il nuovo doppiaggio (14-7). Con Petric al servizio Modena recupera tre punti e Grbic è costretto a chiamare tempo anche solo per interrompere la serie positiva. Dopo il break subito Perugia ha ripreso a giocare con decisione, l’attacco di Atanasijevic, il muro di Buti e le battute di De Cecco hanno rimesso in marcia i Block Devils (20-13). Sul 22-17 Grbic chiama tempo, non si fida della battuta di Vettori e interrompe il gioco, infatti, Modena è rediviva e torna a far paura (23-19). Recuperato il cambio palla, Atanasijevic non fallisce il set point e chiude un perfetto attacco parallelo, 25-20.

 

III SET: Il parziale inizia scoppiettante come il precedente: Atanasijevic piega le braccia della ricezione di Modena e Perugia è subito sul 4-2. Beretta trova l’ace contro Ngapeth e Buti mette le mani sull’attacco di Petric che vale l’8-7, ma i gialloblu trovano la scossa per fare tre punti di seguito (8-10), e nonostante la rimonta perugina, gli ospiti vanno al time out in vantaggio 10-12 grazie ad attacco mani fuori di Petric. Atanasijevic è incontenibile e pareggia (13-13) con un fortissimo attacco diagonale lungo. L’ace di Fromm rilancia la Sir a +2 (16-14) ma anche i Block subiscono il ritorno degli avversari in un alternarsi di punti, fughe e riprese. I gialloblu si portano a +2 (19-21) sospinti da Petric, e continuano sull’onda giusta anche con un primo tempo di Piano, mentre l’attacco di Ngapeth porta Modena al set point (22-24) subito chiuso dai gialloblu.

 

IV SET: Parziale decisivo per le sorti della partita, e Gbric fa uscire Maruotti per Vujevic e il set si rimette subito in parita (3-3), ma subito dopo due muri consecutivi sugli attacchi di Atanasijevic e Fromm rilanciano Modena (5-7) e l’avanzata dei gialloblu non di ferma. Grbic sostituisce De Cecco con Paolucci ma il tabellone dice sempre 10-14 per Modena, che mura costantemente – prima Piano ne ha messi giù tre di fila -, e trova al contrario varchi aperti in difesa. Manca in collante nella metà campo di Perugia, un fallo di formazione sanziona il perentorio -5 (13-18) e poi anche un muro su Atanasijevic complica il risultato dei Block Devils. Il positivo turno in battuta di Vujevic lascia aperta qualche possibilità per la rimonta (18-22) ma il muro di Petric sull’ex compagno Atanasijevic mette Modena nelle migliori condizioni per chiude il set. Con Ngapeth arriva al match point, ma Boninfante lo butta sbagliando al servizio. Un altro errore di Modena riavvia le speranze di Perugia, ma Atanasijevic dai nove metri sbaglia e la partita si chiude 21-25, 3-1 per Modena come all’andata.

 

Video Check I SET (18-19) Chiama Perugia per invasione a rete. Confermato punto Modena (18-20).

Video Check II SET (8-6) Chiama Modena per invasione a rete. Confermato punto Perugia (9-6).

Video Check III SET (16-16) Chiama Perugia per invasione a rete. Confermato punto Modena (16-17)

Video Check III SET (18-18) Chiama Perugia per palla in-out. Confermato punto Modena (18-19)

Video Check III SET (21-23) Chiama Modena per palla in-out. Confermato punto Perugia (22-23)

Video Check IV SET (15-22) Chiama Modena per palla in-out. Confermato punto Modena (16-22).

COMMENTI POST PARTITA: Facce tirate nello staff tecnico della Sir Safety Perugia, Carmine Fontana tabellino alla mano preferisce parlare di un atteggiamento non positivo da parte dei giocatori: “Peccato soprattutto per il terzo e il quarto set, quando potevamo fare qualcosa di più”. Decisamente più alti i toni del Presidente Gino Sirci che ritiene che i suoi abbiamo giocato peggio stasera rispetto alla gara di andata: “E’ mancato il muro e la battuta e contro squadre come Modena se giochi così non vai lontano”. Obiettivo prossimo è sono i quarti di finale di Coppa Italia contro Verona: “La partita di martedì è più importante di quella oggi?! Non lo so, certo bisogna giocare meglio”. Chi ha giocato molto bene invece è Nemanja Petric, eletto migliore in campo con 24 punti a segno, e tanta qualità messa al servizio di Modena: “Si sono molto contento del risultato e della mia prestazione e anche di giocare qui dove sono stato benissimo per tre anni”. C’è il rischio di ritrovare Perugia in Coppa Italia: “Secondo il tabellone dovremmo incontrarci solo in finale, quindi magari”.

COMMENTO POST PARTITA

SIR SAFETY CCU-BCC MANTIGNANA PERUGIA – MODENA VOLLEY

(22-25; 25-20; 22-25; 21-25)

Durata set: 47’, 29’, 31’, 27’ Tot. 2h 14’

SIR SAFETY CCU-BCC MANTIGNANA PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 30, Buti 8, Beretta 2, Fromm 11, Maruotti 7, Giovi (L), Vujevic , Sunder, Barone. NE Fanuli (L) All. Gbric, vice all. Fontana.

MODENA VOLLEY: Brunihno 3, Vettori 17, Piano 7, Verhees 1, Petric 24, Ngapeth 19, Rossini (L) Sala, Boninfante, Ishikawa NE Casadei, Donadio, Kovacevic All. Lorenzetti, vice all. Tubertini

Arbitri: Rapisalda, Pol

LE CIFRE – PERUGIA: 10 b.s., 3 ace, 65% ric. pos., 38% ric. prf., 43% att., 7 muri. MODENA: 20 b.s., 3ace, 58% ric. pos., 36% ric. prf., 53% att., 14 muri.

Spettatori: 4.000

Chiara Scardazza – Agenzia Stampa Italia

Scritto da
il 03/01/2015.
Registrato sotto PALLAVOLO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa