TifoGrifo.com: Web Radio Tv Perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

Napoli Perugia 2-0. Cosmi: “Prestazione che trasmette fiducia”

Scritto da il 14/01/2020
 
Il Perugia saluta la Coppa Italia ma lo fa a testa alta. Anzi, con qualche rimpianto visto che, qualora Iemmello fosse riuscito a trasformare il rigore, la ripresa sarebbe potuta essere ben più interessante. Mister Serse Cosmi accetta di buon grado il verdetto del campo: “Ho chiesto ai ragazzi di non avere paura ben sapendo che avremmo affrontato una squadra più forte della nostra e devo dire che nel primo quarto d’ora abbiamo messo in campo queste caratteristiche. Poi c’è stato l’episodio del rigore che poteva riaprire la partita e, a giudicare da come sono andate le cose nella ripresa, avrebbe potuta riaprirla davvero. La prestazione nella seconda frazione mi trasmette fiducia, soprattutto per quel che riguarda il discorso atletico”. È stata la partita dei rigori: “Sul nostro rigore ha avuto imbarazzo, sul loro no. Onestamente nessuno aveva visto il tocco di mano di Iemmello e senza Var questo rigore non sarebbe stato fischiato perché non lo avrebbero visto nemmeno a Castellammare di Stabia. Non capisco perché ci abbia messo così tanto tempo a fischiarlo”. Sugli obbiettivi non ci sono dubbi: “Perugia è la mia città, dove sono esploso calcisticamente. Credo che con qualche aggiustamento questa squadra possa lottare per la serie A”. Il Grifo non è solo Falcinelli e Iemmello: “Abbiamo anche Capone e Melchiorri, che sono interpreti importanti. Fino ad ora il Perugia ha giocato con una sola punta, Iemmello, capocannoniere della B. Fino ad ora non aveva sbagliato alcun rigore, poi arrivo io e lo sbaglia (ride)”. Ecco infine dove bisogna migliorare: “Siamo arrivati sei o sette volte al limite dell’area e non abbiamo cercato il compagno. È un difetto che ci dobbiamo togliere”. 
 
Il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, ha aperto togliendosi non pochi sassolini dalle scarpe: “A me i giochini non piacciono. Avevo solo detto l’altro giorno che noi come squadra abbiamo toccato il fondo, non che Ancelotti, che lo ritengo il mio padre calcistico, ha toccato il fondo. Non mi sono mai permesso di tirarlo in ballo. Ho detto che abbiamo cambiato metodologie e giochiamo in modo diverso, se scriverete che ho mancato di rispetto a Carlo farò altrettanto con voi. Pensiamo al bene del Napoli non ai giochini”. Gattuso ha molti appunti da muovere ai suoi: “È vero, stiamo migliorando ma non sono soddisfatto. Il secondo tempo non mi è piaciuto. Serve più continuità, non si può giocare un tempo. Nella ripresa ho visto la squadra in difficoltà e non ragionavamo, ma possiamo ancora migliorare”. Poi ancora: “Il mio mercato è recuperare i ragazzi che sono fuori”. C’è stato infine spazio per l’esordio di Demme: “È qui da pochi giorni, a volte va a mordere a volte lascia il buco, ma ha ampi margini di miglioramento”. 
 
Enrico Fanelli-TifoGrifo.com
 
Scritto da
il 14/01/2020.
Registrato sotto PERUGIA CALCIO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa