TifoGrifo.com: Web Radio Tv Perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

Goretti “Ad Avellino, bisogna andare a fare la partita della vita”

Scritto da il 18/03/2015

Goretti1803152

 

In conferenza stampa nella giornata di oggi è intervenuto il direttore sportivo del Perugia Calcio Roberto Goretti, “nelle prossime partite arriva quello che è il momento determinante della nostra stagione – ha detto – al momento la nostra classifica è un po’ interlocutoria, bene da un certo punto di vista nel senso che qualche settimana fa vedevamo i play out molto vicini, adesso vediamo i play off abbastanza vicini, sabato abbiamo una partita determinante per la nostra stagione, una partita importantissima e che dovremo giocare in maniera diversa rispetto a quelle fatte in trasferta in questa stagione, abbiamo un obiettivo, quello dei play off, però bisogna essere anche realistici e dire che fondamentalmente possiamo arrivare sicuramente ai play off, ma ad oggi le nostre posizioni sono la settima, l’ottava posizione, questo vuol dire fare i play off in una gara secca in trasferta, e se il Perugia è quello che abbiamo visto fino adesso in trasferta – aggiunge – ai play off se ci andiamo o non ci andiamo è più o meno la stessa cosa, ci andiamo forse per fare una partita in più, quindi quello che mi aspetto, quello che ci aspettiamo tutti è un Perugia che va ad Avellino non a fare la nostra solita partita come abbiamo fatto a Frosinone perché altrimenti l’andamento della gara sarebbe praticamente scontato, cioè il Perugia che giochicchia bene e riporta a casa zero punti, io credo che dobbiamo essere più bravi dell’Avellino in quelle che sono le loro armi migliori, l’Avellino è una squadra solida che combatte su ogni pallone e noi dobbiamo essere migliori di loro sotto questo punto di vista se vogliamo cambiare marcia, se vogliamo iniziare a pensare in maniera completa ai play off”.

Parole sicuramente molto forti che però riassumono in modo esaustivo le aspettative della società rispetto alla squadra, Goretti ha poi aggiunto che occorre un cambio di mentalità, di atteggiamento mentale da parte del singolo e del gruppo in trasferta, per rendere ancora meglio l’idea ha detto “non si può andare a fare la nostra partita, bisogna andare a fare la partita della vita”.

Con riguardo alla categoria lo stesso Goretti ha sostenuto che la maggior parte delle squadre che giocano non ottengono punti, per tanto ritiene fondamentale la filosofia e il progetto della società ma se adeguato alla realtà, questo per chiarire che un piccolo mutamento nel comportamento in campo ci deve essere.

Ammonisce, per così dire, un po’ l’atteggiamento del gruppo quando va in trasferta, Goretti ritiene importante che la squadra vada in trasferta non per fare la sua partita ma per fare la partita, fondamentalmente il concetto da lui espresso è che va evitato il fattore emotivo di soggezione fuori casa, al contrario delle gare interne dove il gruppo gioca con una mentalità diversa, aiutato anche da un grande pubblico.

Riguardo Faraoni ha detto “all’inizio non stava benissimo, infatti il mister non lo ha fatto giocare subito, era tanto che non giocava ma sicuramente è un giocatore che sa giocare, che ha tempi di gioco, che sa giocare a calcio quindi eravamo convinti che fosse importante”, poi riferendosi invece ad Hegazy ha detto “pensavo che fosse pronto perché l’avevamo visto più volte in allenamento in questi sei mesi e aveva sempre dato l’impressione di un giocatore che stava sul pezzo, anzi gli voglio tirar le orecchie perché deve rimanere sempre concentrato e attento, perché quando un giocatore non gioca da tanto tempo è l’aspetto mentale, della concentrazione che deve curare e al quale deve dedicare la maggiore attenzione, per il resto – prosegue – penso che comunque sia abbiamo raggiunto quelli che erano gli obiettivi che c’eravamo prefissati, quindi adesso starà al campo e soprattutto al risultato finale stabilire se abbiamo fatto bene oppure no”, poi spiega che alla società non importa chi scende in campo o meno, essendo compito di Camplone, ma che i “quattordici” che scendono in campo diano tutto e lottino su ogni pallone, “che facciano capire all’Avellino che le nostre intenzioni sono molto serie”.

 

Erika Cesari – TifoGrifo Web Radio Tv Perugia

Scritto da
il 18/03/2015.
Registrato sotto PERUGIA CALCIO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa