TifoGrifo.com: Web Radio Tv Perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

Conosciamo l’avversario: Bologna

Scritto da il 18/01/2015

LogoBologna

Oggi l’articolo delle rubrica settimanale  “Conosciamo l’avversario” è stato fatto dagli Amici e Colleghi del Giornale multimediale  1000 Cuori Rossoblu.
Ringraziamo tutta la Redazione del giornale bolognese in particolar modo Andrea Neri  per la proficua collaborazione. 

Bologna vs Perugia del 19 Gennaio inaugura il girone di ritorno che vede partire il Bologna in seconda posizione in classifica, con un obiettivo dichiarato di centrare, in maniera diretta, la Serie A. La nuova compagine societaria, a capo della quale siede l’avvocato new yorchese Tacopina, già ex Vice presidente della Roma, e il magnate canadese Saputo, vuole a tutti i costi la serie maggiore per un progetto “di lungo termine”; per questo la nuova diarchia rossoblù ha chiamato a se personaggi e dirigenti del calibro di Fenucci e quel Pantaleo Corvino, che aveva una grande voglia di rientrare nel calcio che conta. Corvino ha sostituito il vecchio Ds Filippo Fusco, vero artefice fin qui della scalata al secondo posto, con un budget di modesta entità. Onore a Fusco e forza Corvino. L’allenatore, visti i buoni risultati è rimasto Diego Luis López.: il modulo di Lopez si è affinato nel tempo e dal 4 3 3 di Luglio è passato ad un più funzionale 4 3 1 2, dove il trequartista Laribi e il metronomo Matuzalem sono coloro che avranno il compito di inventare e costruire il gioco contro i grifoni umbri. La formazione che dovrebbe scendere in campo domani sera è figlia di un percorso logico e di 21 partite che hanno permesso al tecnico uruguagio di definire un “undici” titolare, con poche variabili funzionali, dettate, di volta in volta, dai soli infortuni. Ecco le possibili scelte che dovremo vedere domani sera sul prato del Dall’Ara, reparto per reparto:.

 

 

PORTA

La gerarchia del girone di ritorno è definita: giocherà Ferdinando Coppola, classe ’78 con un passato da atleta con la valigia perennemente in mano. Mister López ha affidato la porta del Bologna fin dalle prime partite all’esperto estremo difensore che ha sempre risposto presente. Dejan Stojanović, attuale numero due, è cerca di una squadra dove giocare (Crotone) e si accomoderà in panchina.

 

 

DIFESA –

Detto che il Capitano Archimede Morleo è ancora infortunato e non sarà disponibile fino a Febbraio, la linea difensiva rossoblù non dovrebbe avere segreti. Sulla fascia destra sarà Luca Ceccarelli ha presidiare la fascia destra, supportando sia la fase difensiva che offensiva. Al centro della difesa troveremo i due centrali , fra i meno perforati della serie cadetta: Domenico Maietta, ex Hellas Verona, e Marios Oikonomou (’92), un autentico corazziere in virtù dei suoi centottantanove centimetri di altezza per ottantacinque chilogrammi, una vera sorpresa al servizio di mister Lopez, pescato in quel di Cagliari dove faceva panchina. Su di lui gli occhi puntati di Verona e, soprattutto, Lazio.

Sulla sinistra, a sostituire l’infortunato capitano Morleo, ci sarà Adam Masina che ha già dimostrato che il salto dalla Primavera alla prima squadra non gli ha fatto perdere il sonno. Le sue galoppate sulla sinistra dovranno rifornire di palloni buoni le punte rossoblù.

 

CENTROCAMPO

 

Il centrocampo vive sull’estro e le giocate di Francelino Matuzalém, il playmaker che tanto è mancato al Bologna versione 2013-2014. Ai suoi fianchi risulterà prezioso l’apporto di due faticatori come Franco Zuculini, altro trascinatore della squadra, e Daniel Bessa . Il primo è il classico centrocampista tutta grinta e grande gamba, con capacità di inserimento in zona goal da non sottovalutare. Il secondo è una mezzala dai piedi raffinati ma capace di gestire saggiamente la fase di interdizione quando la squadra è in fase di non possesso. Bessa, molto probabilmente, darà spazio nella ripresa al rientrante (dopo un infortunio) Marcel Buchel, cui difetterà solo un pizzico di condizione, dopo l’incidente patito due mesi fa.

 

ATTACCO –

A far da cerniera fra il centrocampo e l’attacco, sarà il fantasista l’italo-tunisino Karim Laribi,: pur avendo caratteristiche marcatamente offensive, il giovane scuola Inter, viene schierato alle spalle delle punte nel 4-3-1-2, dove ha giocato un signor girone d’andata, condito da diverse segnature.

In avanti Daniele Cacia (’83) sarà il primo terminale offensivo dell’attacco, un terminale che fin qui è statto (numericamente parlando ) sotto le attese, ma sa sempre fare male alle difese avversarie quando viene servito a dovere. A fianco a lui, usiamo però il condizionale , dovrebbe esordire il neo rossoblù Gianluca Sansone , ex Sampdoria, primo vero acquisto della gestione Corvino. In panchina, pronto a dargli il cambio , Robert Acquafresca, che dovrà dimostrare di essere centravanti con importanti potenzialità, su cui l’attacco del Bologna conta ancora molto.

Il modulo si conferma ancora il 4-3-1-2, sistema di gioco che ha forniti eccellenti risultati alla banda di Mister Diego Lopez.

 

PROBABILE UNDICI TITOLARE

4-3-1-2: Coppola; Ceccarelli, Maietta, Oikonomou, Masina ; Zuculini, Matuzalém, Bessa; Laribi; Cacia, Sansone.

35
Coppola
25
Masina
2
Oikonomou
20
Maietta
32
Ceccarelli
23
Bessa
5
Matuzalém
14
Zuculini
21
Laribi
11
Sansone
9
Cacia

Scritto da
il 18/01/2015.
Registrato sotto PERUGIA CALCIO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa