Tifogrifo.com: web radio tv perugia, calcio, sport, sito, giornale,news

La Sir Safety non molla il sogno tricolore e va a gara 5

Scritto da il 20/04/2017

DSC_8596

Lo striscione dei Sirmaniaci, con su scritto “non basta ruggire, bisogna sbranare” aveva già dato l’idea di ciò che attendeva la Diatec Trentino di Angelo Lorenzetti, reduce da una grossa delusione in campo europeo. La carica dei 4000 è stata ancora una volta decisiva per questa Sir Safety, che questa sera si è conquistata a pieno titolo il diritto di cittadinanza in vista della bella che si giocherà sabato prossimo al Palatrento, una roccaforte inespugnabile almeno per questa stagione. I Block Devils sono scesi in campo con il coltello tra i denti, per nulla intenzionati ad abbandonare anzitempo il sogno dello scudetto e il 3-0 è stato una diretta conseguenza di questo. Doverosa premessa è che stato tutto il gruppo ad essere importante, ma due uomini meritano una menzione particolare: Atanasijevic, 22 punti con tre ace pesantissimi, e Berger, 13 volte a segno, più volte provvidenziale con il 58% di positiva. Con questo atteggiamento, riducendo ovviamente le amnesie che in passato sono costate tanto, tutto è realmente possibile. Ma veniamo alla cronaca di questa appassionante serata. Tutto confermato da ambo le parti, con i due allenatori che confermano i sestetti base. In campo entra subito una Sir determinata a non fare sconti ad un avversario evidentemente ancora ferito per quanto accaduto in Coppa Cev qualche giorno fa. Trento riesce a rimanere incollata soltanto fino al 13 pari, quando Alex Berger, colui che ha l’ingrato compito di sostituire Russell, si erge a protagonista dapprima firmando il punto del sorpasso (14-13), poi quello del decisivo allungo del set di apertura (17-14). Lanza e Van de Voorde tengono i Block Devils sul chi va là (19-18), ma un errore al servizio di Giannelli e e Atanasijevic confezionano il divario decisivo (24-21). Chiude ancora Berger ed è uno a zero. Alla ripresa Perugia vuole riconfermarsi, ma Stokr e Solè non sono d’accordo (9-11). Il muro di Podrascanin, che consente ai bianconeri di rimettere il naso avanti (19-18), è fondamentale, poi ci pensa un favoloso ace di Magnum ed un errore al servizio di Lanza a determinare l’importantissimo due a zero, suggellato da un’altra battuta sbagliata, stavolta da Stokr. La strada oramai è tracciata, ma c’è da fare i conti con un leone ferito, che di mollare non ne vuole proprio sapere. Perugia parte meglio con Atanasijevic e sembra da un momento all’altro prossima ad assestare il colpo del ko, ma qualche errore di troppo rimette tutto in discussione (20-21). Nel finale succede di tutto: Nelli sbaglia il servizio (23-23), Magnum e un muro di Buti fanno esplodere il Palaevangelisti. Nemmeno un goffo tentativo di videocheck da parte dei settentrionali cambiano il risultato: nessuno dei giocatori bianconeri tocca la rete e la richiesta viene respinta sul nascere. Finisce giustamente 3-0, punteggio sacrosanto che non fa una grinza.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO = 3-0
(25-21, 25-21, 25-23)
PERUGIA: Atanasijevic 22, Berger 13, Zaytsev 6, Podrascanin 8, Birarelli 7, De Cecco 1, Bari (L1), Buti, Chernokozhev, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Della Lunga, Paris, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
TRENTO: Van de Voorde 11, Stokr 10, Urnaut 9, Solé 6, Lanza 5, Giannelli 1, Colaci (L1), Antonov 1, Nelli. N.E. – Mazzone T., Mazzone D., Blasi, Burgsthaler, Chiappa (L2). All. Angelo Lorenzetti e Dario Simoni.
Note – Spettatori 3’983.
Durata dei set: 31’, 27’, 30’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Mauro Goitre (TO).
SIR CONAD (b.s. 16, v. 4, muri 6, errori 6).
DIATEC (b.s. 14, v. 3, muri 7, errori 4).

Enrico Fanelli – Tifogrifo.com

Foto: Fabio Arcangeli

Scritto da
il 20/04/2017.
Registrato sotto PALLAVOLO, Primo Piano.

Multimedia

passionebiancorossa

Tifogrifo - Quotidiano ed Emittente Radio-Televisiva Web - Autorizzazione 33/2002 Registro dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 - Iscrizione Registro Operatori Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151 – © Tutti i diritti sono riservati - Studio grafico: EffePi Soluzioni Grafiche - Provider: Aruba Spa